Condividi sui social network | | | | |

ELENCO PROGETTI


CONOSCERE PER PROTEGGERSI PERCHE’ LA PROTEZIONE CIVILE SIAMO TUTTI NOI - INFORMAZIONE IN LIS.

La Provincia in collaborazione con il Sistema Provinciale Integrato di Protezione Civile ha intrapreso dal 2013 un progetto di informazione con la Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili (F.A.N.D.) composta dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, dall’Ente Nazionale Sordi, dall’Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro e dall’Unione Nazionale Mutilati per Servizio.



la Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile di Arezzo.

La Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile, una storia dal 1992 ad oggi.


CONOSCERE PER PROTEGGERSI PERCHE’ LA PROTEZIONE CIVILE SIAMO TUTTI NOI - PROGETTO DI INFORMAZIONE SUI RISCHI DEL TERRITORIO NEL SETTORE DELLE DISABILITA’ SENSORIALI E FISICHE.

Tutto il territorio provinciale è esposto a una pluralità di rischi, in parte naturali e in parte antropici. Uno degli scopi della Protezione Civile è quello di prevenire il rischio, pianificare per limitare quanto più possibile il suo verificarsi, diffondere le informazioni riguardanti le principali norme di comportamento in caso di evento, norme che consentono a chiunque di ridurre o evitare le situazioni di rischio.Comunicare per informare, conoscere per proteggersi. Ma come riuscire ad informare i cittadini con disabilità sensoriali e fisiche sui rischi presenti nel proprio territorio?Con quale modalità comunicativa condividere quali sono i corretti comportamenti, per non incorrere in ulteriori difficoltà in caso di emergenza?


Consulta 14-Tiberina 2.

Esercitazione di Protezione Civile.


Emergenza e disabilità.

Vademecum del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.


Emergenza e Disabilità. Vademecum del Dipartimento della Protezione Civile

Emergenza e Disabilità nel vademecum del Dipartimento della Protezione Civile la ''Protezione Civile in famiglia.


Immagine NON COSI' MA COSI'. Primo incontro con un cieco.

Una piccola guida dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti che vuole “aiutare chi pur desiderando aiutare” un cieco, non osa, non sa come fare, ha paura di sbagliare.


Conoscere per proteggersi perchè la Protezione Civile siamo tutti noi - Il RISCHIO INCENDI BOSCHIVI.

I pieghevoli informativi sui rischi del territorio. Il RISCHIO INCENDI BOSCHIVI. Ecco come comportarsi. La Provincia, in collaborazione con il Sistema Provinciale Integrato di Protezione Civile e la Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile, ha ideato ''Conoscere per proteggersi, perché la Protezione Civile siamo tutti noi”: la serie di pieghevoli informativi che affrontano in maniera sintetica un ‘rischio’ fornendo indicazioni pratiche su ‘come comportarsi’ in caso di tale evento. Il pieghevole tratta le indicazioni utili da seguire in caso di rischio indendi boschivi. Ideato con la collaborazione il Servizio Antincendi Boschivi della Regione Toscana.Scarica il pieghevole sul RISCHIO ANTINCENDI BOSCHIVI 


Chimera 3 - Esercitazione provinciale di Protezione Civile in Casentino.

Terremoto e piogge alluvionali interesseranno il Casentino dal 22 al 25 novembre prossimi. Niente panico… sono solo simulazioni!


Il pieghevole informativo di Protezione Civile del tuo Comune. CASENTINO.

Il pieghevole informativo di Protezione Civile del tuo comune. In Casentino.La Protezione Civile è “L’insieme di tutte le attività finalizzate a prevedere, prevenire ed affrontare eventi di portata straordinaria che colpiscono il territorio e la popolazione e che devono essere fronteggiati con mezzi speciali”. Un incidente diventa catastrofe ed il soccorso diventa Protezione Civile quando la gravità o la complessità di un evento calamitoso sono tali da richiedere un intervento complesso e coordinato di più forze specialistiche. Per proteggere con efficacia la vita dei cittadini e il patrimonio delle comunità, oltre a  puntare su soccorsi tempestivi, occorre dedicare energie e risorse importanti alla previsione e alla prevenzione delle calamità.Autorità di Protezione Civile sul territorio comunale è il Sindaco. Il Sindaco è responsabile di gestire l’emergenza, informare i cittadini sui rischi e pericoli che occorrono nel proprio territorio e sui giusti comportamenti da tenere. Ogni comune ha una sua organizzazione di Protezione Civile e modalità di attivazione e procedure operative.Nell’ambito delle attività di prevenzione l’obiettivo principale è diffondere la cultura della Protezione Civile fornendo ai cittadini le informazioni sui rischi presenti nel proprio territorio, sui comportamenti da tenere in emergenza e sui luoghi sicuri da raggiungere nel comune di residenza in caso di calamità. Per questo sono stati predisposti dai Comuni e Centri Intercomunali dei depliant informativi a disposizione del cittadino.Scarica il depliant dei Comuni di: 


Il pieghevole informativo di Protezione Civile del tuo Comune. Informazione in Valdichiana.

Il pieghevole informativo di Protezione Civile del tuo Comune in Valdichiana


La Protezione Civile dei Piccoli. Progetto del Dipartimento di Protezione Civile.

 http://www.protezionecivile.gov.it/sitobambini/home.html


Conoscere per proteggersi perchè la Protezione Civile siamo tutti noi - Il RISCHIO CRISI IDRICA.

I pieghevoli informativi sui rischi del territorio. Il RISCHIO CRISI IDRICA. Ecco come comportarsi. La Provincia, in collaborazione con il Sistema Provinciale Integrato di Protezione Civile e la Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile, ha ideato ''Conoscere per proteggersi, perché la Protezione Civile siamo tutti noi”: la serie di pieghevoli informativi che affrontano in maniera sintetica un ‘rischio’ fornendo indicazioni pratiche su ‘come comportarsi’ in caso di tale evento. Questo pieghevole tratta le indicazioni utili da seguire in caso di rischio crisi idrica. Ideato con la collaborazione il Servizio Difesa del Suolo della Provincia di Arezzo. Scarica il pieghevole sul Rischio crisi idrica.


Conoscere per proteggersi, perchè la Protezione Civile siamo tutti noi - RISCHIO FRANE

La Provincia, in collaborazione con il Sistema Provinciale Integrato di Protezione Civile e la Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile, ha ideato ''Conoscere per proteggersi, perché la Protezione Civile siamo tutti noi”: la serie di pieghevoli informativi che affrontano in maniera sintetica un ‘rischio’ fornendo indicazioni pratiche su ‘come comportarsi’ in caso di tale evento. Questo pieghevole ideato in collaborazione con il Servizio Difesa del suolo della Provincia di Arezzo, tratta le indicazioni utili da seguire in caso di frane .Scarica il pieghevole della Protezione Civile sul Rischio frane.


Rischio Alluvione Conoscere per proteggersi perchè la Protezione Civile siamo tutti noi - Il RISCHIO ALLUVIONE.

I pieghevoli informativi sui rischi del territorio. Il RISCHIO ALLUVIONE. Ecco come comportarsi.La Provincia, in collaborazione con il Sistema Provinciale Integrato di Protezione Civile e la Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile, ha ideato ''Conoscere per proteggersi, perché la Protezione Civile siamo tutti noi”: la serie di pieghevoli informativi che affrontano in maniera sintetica un ‘rischio’ fornendo indicazioni pratiche su ‘come comportarsi’ in caso di tale evento. Questo pieghevole ideato in collaborazione con il Servizio Difesa del suolo della Provincia di Arezzo, tratta le indicazioni utili da seguire in caso di alluvione .Scarica il pieghevole sul Rischio alluvione.


Il Volontariato nel 2011

Questo filmato per sottolineare ancora una volta il prezioso supporto operativo che il Volontariato ha svolto per la Macchina Protezione Civile durante tutto il 2011. L'insostituibile ausilio non solo ai tecnici della nostra amministrazione e delle amministrazioni del territorio delle altre province, ultimi da ricordare gli interventi in Lunigiana e all'Isola d'Elba, ma soprattutto a tutte le popolazioni colpite da eventi emergenziali.Grazie a tutti. 


“Conoscere per proteggersi, perchè la Protezione Civile siamo tutti NOI”. Il RISCHIO NEVE.

I pieghevoli informativi sui rischi del territorio. Il RISCHIO NEVE. Ecco come comportarsi.La Provincia, in collaborazione con il Sistema Provinciale Integrato di Protezione Civile e la Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile, ha ideato ''Conoscere per proteggersi, perché la Protezione Civile siamo tutti noi”: la serie di pieghevoli informativi che affrontano in maniera sintetica un ‘rischio’ fornendo indicazioni pratiche su ‘come comportarsi’ in caso di tale evento. Questo pieghevole tratta le indicazioni utili da seguire prima e durante la nevicata. Ideato in collaborazione con il Servizio Viabilità della Provincia di Arezzo. 


Conoscere per proteggersi perchè la Protezione Civile siamo tutti noi - Il RISCHIO SISMICO

I pieghevoli informativi sui rischi del territorio. Il RISCHIO SISMICO. Ecco come comportarsi. La Provincia, in collaborazione con il Sistema Provinciale Integrato di Protezione Civile e la Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile, ha ideato ''Conoscere per proteggersi, perché la Protezione Civile siamo tutti noi”: la serie di pieghevoli informativi che affrontano in maniera sintetica un ‘rischio’ fornendo indicazioni pratiche su ‘come comportarsi’ in caso di tale evento. Questo pieghevole tratta le indicazioni utili da seguire in caso di terremoto. Ideato con la collaborazione dell’Istituto Nazionale di Geofisicae Vulcanologia.Scarica il pieghevole sul Rischio sismico


Depliant I pieghevoli della Protezione Civile. Conoscere per proteggersi, perchè la Protezione Civile siamo tutti Noi

La Provincia, in collaborazione con il Sistema Provinciale Integrato di Protezione Civile e la Consulta Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile, ha ideato ''Conoscere per proteggersi, perché la Protezione Civile siamo tutti noi”: la serie di pieghevoli informativi che affrontano in maniera sintetica un ‘rischio’ fornendo indicazioni pratiche su ‘come comportarsi’ in caso di tale evento.I rischi affrontati sono: rischio incendi boschivirischio crisi idricarischio sismicorischio neverischio alluvionerischio frane


logo girotondo Il pieghevole informativo di Protezione Civile del TUO Comune. PRATOMAGNO.

Il pieghevole informativo di Protezione Civile del tuo comune in Pratomagno.La Protezione Civile è “L’insieme di tutte le attività finalizzate a prevedere, prevenire ed affrontare eventi di portata straordinaria che colpiscono il territorio e la popolazione e che devono essere fronteggiati con mezzi speciali”. Un incidente diventa catastrofe ed il soccorso diventa Protezione Civile quando la gravità o la complessità di un evento calamitoso sono tali da richiedere un intervento complesso e coordinato di più forze specialistiche. Per proteggere con efficacia la vita dei cittadini e il patrimonio delle comunità, oltre a  puntare su soccorsi tempestivi, occorre dedicare energie e risorse importanti alla previsione e alla prevenzione delle calamità.Autorità di Protezione Civile sul territorio comunale è il Sindaco. Il Sindaco è responsabile di gestire l’emergenza, informare i cittadini sui rischi e pericoli che occorrono nel proprio territorio e sui giusti comportamenti da tenere. Ogni comune ha una sua organizzazione di Protezione Civile e modalità di attivazione e procedure operative.Nell’ambito delle attività di prevenzione l’obiettivo principale è diffondere la cultura della Protezione Civile fornendo ai cittadini le informazioni sui rischi presenti nel proprio territorio, sui comportamenti da tenere in emergenza e sui luoghi sicuri da raggiungere nel comune di residenza in caso di calamità. Per questo sono stati predisposti dai Comuni e Centri Intercomunali dei depliant informativi a disposizione del cittadino.Scarica il depliant dei Comuni di: 


Insieme per proteggere il bosco Progetto regionale Antincendi Boschivi "Insieme per proteggere il bosco"

A Laterina, nell'ambito dell'esercitaizone  “ETRURIA 1”, il progetto regionale Antincendi Boschivi insieme per proteggere il bosco


BERTA ESPERTA IN SICUREZZA

''Berta Esperta in Sicurezza'' insegna al bambino i comportamenti sicuri, le conoscenze acquisite nel percorso intrapreso in classe, le uscite sul territorio, gli incontri con i protagonisti delle Forze Operative che fanno parte del Sistema Provinciale Integrato di Protezione Civile hanno portato alla realizzazione di disegni che si sono concretizzati nella creazione del ''Calendario della Protezione Civile'', un messaggio da poter leggere, guardare e commentare a casa e con gli amici. La consapevolezza del giusto comportamento da tenere è arrivato dalle insegnanti ai bambini delle scuole primarie ''E. De Amicis'' e ''C. Collodi'' di Sansepolcro e da questi alle famiglie, il giusto percorso da intraprendere


Sbadalo' SBAD'ALO'

L' obiettivo unitario del progetto è conoscere i pericoli per sviluppare una cultura di protezione, autoprotezione e di solidarietà.In particolare sarà fondamentale :1 ) far acquisire agli alunni la consapevolezza che esistono forze che operano per prevenire e affrontare situazioni di rischio ed emergenze, alle quale rivolgersi con fiducia ;2 ) capire l'importanza della prevenzione e del conoscere, per mettere in atto comportamenti adeguati e corretti ;3) conoscere l'ubicazione delle strutture di protezione civile del territorio e saperle raggiungere seguendo percorsi sicuri ;4) cogliere il senso e l'importanza della solidarietà e dell'agire insieme;5) acquisire maggiore sicurezza nelle proprie capacità e possibilità;6)sviluppare il senso dell'importanza della partecipazione attiva alla vita


Sicura...mente in Gioco SICURA....MENTE IN GIOCO

“Sicura…mente in gioco” ovvero imparare a difendersi dai rischi. L’obiettivo primario del progetto è la conoscenza chiara delle situazioni problematiche che possono determinare rischi sia all’interno della scuola, sia in casa che nell’ambiente circostante, al fine di affrontarle con consapevolezza e sicurezza.


Si salvi chi puo' SI SALVI CHI PUO'

Consigli per la sicurezza.Testo pensato dai bambini per i bambini.... ma non vietato agli adulti....(anzi!!!!!!!!!!!)


ESERCITAZIONE CHIMERA 2

L'esercitazione ha lo scopo di verificare l’efficacia delle attivazioni in situazione d’emergenza eseguite dalle varie Componenti e Strutture Operative nonché di testare l’efficiente ed efficace scambio delle informazioni tra i vari attori. Tale esercitazione, inoltre, rappresenta l’ambito ideale della sperimentazione del Piano Integrato Provinciale, dei Piani Intercomunali e Comunali di Protezione Civile


Logo sicuramente più sicuri SICURAMENTE PIU' SICURI

Il presente progetto intende costituirsi come “luogo” di incontro con le Istituzioni proposte alle attività di protezione civile, per promuovereinsieme, momenti caratterizzati da una forte valenza educativa e sociale, non solo per gli alunni ma anche, in quanto tramiti, per la comunitàin cui viviamo.


Subbianopoli SUBBIANOPOLI

Divertiti con il gioco della protezione civile



Sei preparato ?

Conoscere per proteggersi
Consulta Provinciale Arezzo

Consulta del volontariato di Protezione Civile

Associazioni | Attività | Iscrizione

Accessibilità

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità

Il logo qui riprodotto attesta il superamento del requisito di accessibilità ai sensi dell'art. 8 del DPR 1 marzo 2005, n. 75.

Dichiarazione accessibilità

Scrivi alla Protezione Civile

 
 
 
 
Informativa privacy preliminare alla compilazione

Piano provinciale integrato di
Protezione Civile

Piano provinciale integrato
scarica il documento in pdf

Normative

 
 
 
 
 
 

Provincia di Arezzo - Servizio Protezione Civile Piazza della Libertà, 2 - Arezzo 52100 (AR)
Tel.: 0575/392392 - Fax: 0575/392263
E-mail: protezionecivile@provincia.arezzo.it PEC: protocollo.provar@postacert.toscana.it

Valid XHTML 1.0 Transitional  |  CSS Valido!